Come coinvolgerlo nel tema della perdita

 

La morte di una persona cara è un’esperienza estremamente dolorosa  e di difficile accettazione non solo per  l’adulto, anche per il bambino.

Sebbene la perdita di qualcuno sia un evento naturale, a cui noi tutti siamo prima o poi esposti, è ancora presente nella nostra cultura la difficoltà di coinvolgere  il bambino su questo tema.

Si crede ancora che i più piccoli  debbano essere ‘protetti’ dalla sofferenza attraverso il silenzio, le omissioni, l’allontanamento da tutto ciò che ha a che fare con la malattia e la morte.

Spesso l’adulto utilizza delle storie fasulle per spiegare al bambino l’assenza di una persona cara (il nonno è andato in vacanza) o proibendogli la possibilità di andare al suo funerale per salutarla per l’ultima volta.

Dare la possibilità al piccolo di partecipare, con il sostegno dei genitori, ai rituali sociali del lutto potrebbe invece essere per lui un’esperienza positiva che gli consentirebbe di capire che:

  • La sofferenza e il dolore sono dei sentimenti naturali provati anche dagli altri.
  • Il dolore può essere esprimibile e mostrabile .
  • Condividere con gli altri le emozioni di una perdita agevola il supporto ed il sostegno reciproco.

Noi psicologi inoltre consigliamo i genitori di avere il coraggio di esternare al bambino il dolore provato senza avere il senso di colpa di sentirsi inadeguati e giudicati dal proprio bambino.

In questo modo l’adulto inserisce il proprio piccolo in un ambiente facilitante e protettivo in cui le emozioni di dolore possono essere accolte e permesse.

E’ fondamentale anche che siano i genitori ad informare il figlio su quanto sta accadendo utilizzando un linguaggio, modulato all’età del piccolo, chiaro e facilmente comprensibile.

Questi sono importanti accorgimenti che, secondo la nostra pratica professionale,  possono aiutare il  bambino a superare nel miglior modo possibile la perdita di una persona e che potranno portare il piccolo a sviluppare nuove strategie per gestire adeguatamente le successive perdite che incontrerà nel corso della sua vita.

M.Z.

FacebookTwitterShare to Stumble UponMore...