Crescere con un animale in casa.

Un aiutante a tempo pieno nell’educazione dei vostri figli.

A molti di voi genitori è capitato di dover gestire la richiesta, a volte insistente, dei vostri bambini di allargare la famiglia con un cucciolo di animale.

Spesso decidere di accontentare o meno il proprio bambino è un’impresa di non facile soluzione.

E’ innegabile che la presenza di un affettuoso e simpatico cucciolo sia un’esperienza piacevole per tutti, è anche vero che l’occuparsi dei bisogni quotidiani dell’animale richiede, disponibilità , collaborazione ed impegno da parte di tutti.

Noi psicologi, siamo comunque convinti, che l’amicizia tra un bambino e un cucciolo sia un importante “progetto educativo” che ha diversi validi obiettivi:
• Aiutare vostro figlio a responsabilizzarsi prendendosi cura delle esigenze di chi ha bisogno
• Insegnargli che una buona relazione con gli altri rimanda alla capacità di saper dare e ricevere affetto ed attenzioni
• Sviluppare il suo senso di responsabilità e il suo sentimento di altruismo poiché il benessere del cucciolo dipende da lui
• Fargli accettare la diversità, avere una maggiore apertura mentale, attivare delle strategie comunicative più ampie e meno strutturate
• Introdurlo ai grandi temi della vita che spesso, nella relazione con gli adulti, gli sono preclusi: l’inevitabile separazione dovuta alla morte dell’animale ad esempio, pur essendo un evento doloroso per il bambino, è un’importante esperienza formativa che lo preparerà ad accettare e a superare le inevitabili perdite della vita.

Osservare il rapporto tra bambino e animale, può aiutare inoltre voi genitori a cogliere alcuni aspetti del mondo interiore del piccolo (paure, ansie, desideri) che a volte per lui sono difficili da esternare con le parole:
il bambino tende ad immedesimarsi con l’animale, imitandone il comportamento e identificandosi in sentimenti ed emozioni.
Un cane ad esempio, può essere visto come lo specchio di sé che gli permette di riconoscere ed accettare aspetti del suo carattere difficili da esternare.

Se come genitori vi state chiedendo se regalare o meno un cucciolo a vostro figlio, ricordate inoltre che uno dei vantaggi in questa scelta è la diminuzione dell’ansia: il bambino riesce infatti a scaricare sull’amico a quattro zampe eventuali preoccupazioni e desideri che ancora non sa gestire da solo.

Appoggiamo fortemente la scelta di aggiungere un animale come membro alla famiglia: diventerà un valido aiutante nell’educazione dei vostri figli e nella trasmissione di valori, come compagno di giochi, di avventure e di protezione dalle paure.

 

M.Z.

FacebookTwitterShare to Stumble UponMore...