L’obesità secondo un’ottica multifattoriale e complessa.

L’obesità può essere considerata come una condizione morbosa con cause multifattoriali, tra le quali una predisposizione genetica, i fattori ambientali, lo stile di vita, i fattori psicologici e socio-culturali.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la definisce una condizione genetico-clinica caratterizzata da uno squilibrio della massa corporea in soggetti geneticamente predisposti, i quali hanno accumulato un forte eccesso di massa grassa a seguito di un introito calorico eccessivo, superiore alla loro effettiva spesa energetica.

Se non è possibile intervenire su un patrimonio genetico “favorente una condizione di obesità”, è altresì possibile lavorare sugli aspetti nutrizionali, sullo stile di vita e sul proprio benessere psicologico e fisico.

Partendo dal presupposto che “mangiare” non significa semplicemente saziarsi, ma bensì assaporare, gustare, scoprire, un corretto stile alimentare si costruisce nella sua continuità, non in un singolo pasto o in un’unica giornata.

Non esistono cibi proibiti e neppure cibi miracolosi: l’assunzione dei nutrienti, secondo la “piramide alimentare mediterranea”, deve essere varia nella sua qualità e bilanciata; ovviamente alcuni cibi sono considerati più salutari (come verdura, frutta, cereali, pesce) quindi “liberi” ed altri meno (come alimenti troppo zuccherini, troppo salati, grassi di origine animale, carni rosse, formaggi) e quindi da limitare.

Una dieta bilanciata deve essere combinata con uno stile di vita attivo che prevede come pratica giornaliera l’attività fisica in tutte le sue sfumature: dalla camminata amatoriale in mezzo alla natura allo sport agonistico.

Alcuni fattori psicologici (ansia, depressione, scarsa autostima…) sono in grado di concorrere ad alterare i normali processi fisiologici che regolano il senso di fame e sazietà e possono condurre a comportamenti alimentari irregolari e ad una condizione di sovrappeso o obesità.

La presa in cura dell’obesità, secondo un’ottica multifattoriale e complessa, passa quindi attraverso la cura della Persona nei suoi vari aspetti, fisici e psicologici.

F.F. e L.M.

FacebookTwitterShare to Stumble UponMore...